Affidamento minori

Nel caso in cui la famiglia di origine di un minore versi temporaneamente in una situazione di disagio economico o psichico che sia tale da non poter garantire al figlio un ambiente familiare idoneo ad una crescita sana ed equilibrata, il minore può essere dato in affidamento per tutto il tempo in cui dura la causa di impedimento, con i limiti previsti dalla legge...

Tutela del minore

L’attenzione per l’interesse del minore, talora l’insistenza, per non dire l’enfasi, con cui su di esso si richiama l’attenzione costituisce una delle note più ricorrenti dell’attuale diritto di famiglia. Segno, questo, di una rinnovata considerazione della persona del minore, non più recante in sé uno scarso valore, che lo assimilava ad una speranza d’uomo, ma valorizzata nelle proprie capacità e soprattutto nei propri diritti. Il ricorrere, sempre più frequente nei discorsi dei giuristi, alla clausola generale dell’«interesse del minore» è motivo di plauso alla riflessione giuridica attuale. Il clima culturale che ha portato alla riforma del diritto di famiglia ha posto in primo piano, anzitutto, il diritto del minore ad avere uno status , ovvero a godere dei benefici che il rapporto col proprio genitore comporta. Per compiere un’analisi complessiva della condizione dei figli venutasi a costituire dopo la riforma del diritto di famiglia, si può partire dall’art. 261 c.c. Esso proclama un principio fondamentale, per il quale ai figli legittimi e naturali sono riconosciuti gli stessi diritti e doveri nei confronti del proprio genitore. Secondo gli estensori della novella, il dettato codicistico — così posto — avrebbe adempiuto al precetto costituzionale. Tuttavia, se si guarda nel concreto, la l. 151/1975 non ha provveduto ad una unificazione piena tra i figli, specie se si ricorda la negazione della parentela alla prole nata al di fuori del matrimonio, il divieto di riconoscimento a carico dei figli incestuosi, la stessa divisione terminologica tra i diversi figli, ovvero l’esistenza di diversificate condizioni previste dalle singole disposizioni...

Share by: